lunedì 30 dicembre 2013

Interminabili voglie


La amò per ore, con gesti che non aveva mai fatto, lasciandosi insegnare una lentezza che non conosceva. La bendò perché ne potesse godere ogni suo senso. Assaggiò la sua pelle che sapeva di ambra lasciando che nella sua bocca si sciogliesse l’essenza. Accarezzò quella pelle preziosa come seta e come mai in quel momento sconosciuta alle sue mani, lui che tante volte invece l’aveva amata eccitato ne ascoltava i gemiti, canto di un amore mai svelato. Fu allora che le si accostò ai fianchi e la tirò a sé fino a sentirla sua, fino ad essere completamente suo. Lui padrone del suo corpo, lei schiava delle sue interminabili voglie.

(Alessandro Baricco)

lunedì 9 dicembre 2013

Grazie


Vogliate perdonarmi.

Ho voglia di chiudere gli occhi.
E la bocca.
E arrestare ogni movimento.

Per sentire.
Si, sentire.
Sentire meglio. Sentire più forte.

Sentire danzare le stelle. Dentro.

E lasciarmi guidare
Alla ricerca della Musica
Che il tutto muove.

venerdì 15 novembre 2013

Non c'è musica...


- Vuoi ballare con me?
- Ma non c’è musica?!!
- Non è quello che ti ho chiesto…

(M. Soldano)

giovedì 14 novembre 2013

mercoledì 13 novembre 2013

Ti suono e godo.


Ci morirei,
suonando il tuo sesso.

Quel miscuglio di...
musica liquida e intimo profumo
mi da alla testa.

Ti suono e godo.

Godo nel sentire le mie dita spandersi nella tua carne.
Cercano con dedizione ogni tasto, ogni nota, ogni vibrazione
e la scalano, la galoppano, la fanno volare.

La fanno implorare.
Di venire.
Infilzata.
Di animale desiderio.

Si. Ora voglio con tutto me accomodarmi dentro tutta te.

mercoledì 6 novembre 2013

They danced down the streets...


Danzavano lungo le strade come i pazzi e, come ho fatto per tutta la mia vita con la gente che mi interessa, gli sono strisciato dietro a fatica, perché le uniche persone che esistono per me sono quelle matte, le uniche che sono matte per vivere, matte per parlare, matte per essere salvate, desiderose di tutto allo stesso tempo, le uniche che non sbadigliano mai e non dicono luoghi comuni, ma bruciano, bruciano, bruciano, simili a fantastici gialli fuochi d’artificio che esplodono come ragni sopra le stelle e nel mezzo si può vedere esplodere luce azzurra e tutti a dire:  «Oooooh!»
(Jack Kerouac)

domenica 3 novembre 2013

giovedì 31 ottobre 2013

Si divaricano...


Si divaricano nella mia mente
Fantasie svergognate,
Dure,
Profonde,
Bagnate,
Quasi arrivasse a me
Il mare che si apre tra le tue gambe.

Che si schiudono a me.

Facendomi impazzire.
Di turgido desiderio.

Che se solo esplodesse in te,
ti costringerebbe a chiuderle.
Le tue gambe.

Tremanti.

mercoledì 30 ottobre 2013

Qualcosa che non c'è


Tutto questo tempo a chiedermi 
Cos'è che non mi lascia in pace 
Tutti questi anni a chiedermi 
Se vado veramente bene 
Così 
Come sono 
Così 

Così un giorno 
Ho scritto sul quaderno 
Io farò sognare il mondo con la musica 
Non molto tempo 
Dopo quando mi bastava 
Fare un salto per 
Raggiungere la felicità...

E la verità è che...

Ho aspettato a lungo 
Qualcosa che non c'è 
Invece di guardare il sole sorgere 

Questo è sempre stato un modo 
Per fermare il tempo 
E la velocità 
I passi svelti della gente 
La disattenzione 
Le parole dette 
Senza umiltà 
Senza cuore così 
Solo per far rumore 

Ho aspettato a lungo 
Qualcosa che non c'è 
Invece di guardare 
Il sole sorgere 

E miracolosamente non 
Ho smesso di sognare 
E miracolosamente 
Non riesco a non sperare 
E se c'è un segreto 
E' fare tutto come 
Se vedessi solo il sole 

Un segreto è fare tutto 
Come se 
Fare tutto 
Come se 
Vedessi solo il sole 
Vedessi solo il sole 
Vedessi solo il sole 

E non 
Qualcosa che non c'è


martedì 29 ottobre 2013

Un magnifico disastro


Ogni volta che due anime si sbranano
Si compie un magnifico disastro
Per cui alla fine,
Di entrambe,
Se ne troveranno parti sparse, incastonate e mescolate ovunque nell'altro.
Per sempre.

lunedì 28 ottobre 2013

Semplicemente


Sono un ragazzo semplice.
E adesso,
semplicemente,
vorrei respirare la dolcezza e la morbidezza della tua pelle sulla mia.
E il tuo corpo... Oh si, il tuo corpo.
Vorrei sentirlo spalmato.
E plasmato.
Dalle forme maschie. Del mio.

A volte ho semplicemente voglia
di godere
di un po' di calore.

[Ma non duro tanto...]

sabato 26 ottobre 2013

Mai più


Se giocassi con i tuoi sensi...
Sentirei sulle mie dita,

sulla mia lingua,

sul mio sesso,

quella scarica elettrica che ti percorre tutta,
e ti scuote.
Torturandoti,
eccitandoti.
Bagnandoti la carne trasudante di una miscela esplosiva
di godimento e desiderio irrefrenabile.

Desiderio di essere colmata. Dalla carne. Dall'anima.
Desiderio di essere posseduta. A dovere.

Adoro sentire sulla mia carne tesa le vibrazioni di quella scarica.
Le sento percorrere il mio sesso, lungo tutta l'asta.
Mi fanno vibrare, tra mille sensazioni, fin dentro il profondo più profondo.
E adoro la scia di profumo liquido filante e impregnante che quelle scariche ti provocano.

Ti sento filtrare dentro me
mentre ti fondi e goccioli sulla mia pelle. 

Ti sento ululare:
'Non smettere mai piuuuuu...uuu...uuu..uuu....u....u...
uuuuuuuuuuuuuhhhhhhhhhhhhhhh...
.......
ù.'

Mai più.

martedì 22 ottobre 2013

Chiesi al sole....


Chiesi al sole: Perché quando ti guardo devo chiudere gli occhi?
Rispose il sole: Lasceresti vedere a chiunque quello che nascondi nel tuo cuore?

(Alberto Nocentini)

venerdì 18 ottobre 2013

Stai zitta e godi


Spogliati subito, calma la mia pazzia.

Levati tutto. Fammi entrare.
Adesso!

Stai zitta e godi...
[Un morso..]

Avvolgimi.
Nella tua dolce pioggia.

lunedì 14 ottobre 2013

Non voglio entrarci


...
Io non voglio che mi tagliate un pezzo d’anima!
Se ne ho troppa per entrare nel vostro mondo,
ebbene, non voglio entrarci.
...

(Margherita Guidacci)

Tanta fame


Mi sazierei giocando con te,
prendendo a piccoli morsi tutto ciò che vorrai passarmi tra le labbra.

Il resto,
me lo prenderei da solo.

A morsi feroci.
E dolci carezze.

Finché sazia lo saresti anche tu.

[Si, ho fame. Tanta fame. Di te.]

venerdì 11 ottobre 2013

Vogliosa di un dono


E' adorabile quell'istante in cui si libera e si scatena irreparabilmente
quell'insensata voglia di saltarsi addosso.

Accade a volte
che non l'hai ancora sfiorata,
non sei ancora nudo,
ma già
sei dentro di lei.
Nel profondo.

Da lì a un attimo,
la stai sbranando.

Devastando i suoi sensi sull'orlo del piacere.

Penetrandola a fondo.

Godendo alla follia
nello scorrere il tuo sesso
stretto dagli spasmi della sua carne. 
Morbida e scivolosa.

Urlante.

Vogliosa di fiotti di caldo piacere.
Vogliosa d'essenza.

Vogliosa di un dono.
L'anima.

mercoledì 9 ottobre 2013

Posso fare qualcosa per te?


- 'Lo sento scuotersi.
Agitarsi.
Ribollire.
Il desiderio....
Io lo sento.
Nuota nelle mie vene.'

- 'Posso fare qualcosa per te?'

- 'Fai l'amore con me.'

Vivo come se...


Vivo come se un torrente mi attraversasse…
Sempre così smisuratamente perduta
ai margini della vita reale:
difficilmente la vita reale mi avrà
e se mi avrà
sarà la fine di tutto quello che c’è di meno banale in me…

(Antonia Pozzi)

venerdì 27 settembre 2013

Ho voglia di scuotermi


Non ne voglio una di quelle che si prendono il mio corpo.
Ne voglio una di quelle che fanno l'amore.

Che lo accolgono. Il mio corpo.
Non dentro il loro. 
Ma dentro di loro.

Una di quelle...
che sentono troppo.
Che si lasciano scuotere.

Ho voglia di scuotermi.
Ho voglia di innamorarmi.

Ho voglia di fare l'amore.

La strinse forte...


La strinse forte
come se lei fosse tutta la vita e gliela volessero portar via.
La strinse sentendo che lei era tutta la vita che poteva esserci per lui.

(Ernest Hemingway)

giovedì 26 settembre 2013

Zittisci il mio silenzio


Una semplice e innocua voglia.

Di essere in macchina con te, in un parcheggio.
Di posare la mia mano sulla pelle delle tue gambe.
Di aprirti le cosce.
Scostarti le mutandine.

E giocare.

Si giocare,
Giocare con il tuo sesso tra le mie dita.

[Voglio anche baciarti. Mentre a due mani giochi anche tu con il mio.]

Ora ti prego:
Siediti sopra.
Infilatelo tutto.

E zittisci il mio silenzio.

Ho voglia di urlare.

venerdì 20 settembre 2013

Posso svegliarti?


Posso svegliarti?
Posso svegliare violentemente il profumo del tuo fiore e liberarlo nell'aria?
Non respiro più.
Ne ho bisogno.

Come l'ossigeno.

Dentro di te


Mi piace pensare
che anche tu soffra almeno la metà
di quello stesso mio incontrollabile desiderio.
Di possederti.

Non lo contengo più.
Ti voglio.

Voglio esplodere e farti esplodere.

Voglio entrare dentro di te e spingermi in ogni direzione,
carezzando e frustando ogni singolo centimetro di piacere,
riempendo ogni singolo spazio,
lentamente,
profondamente.
Dentro di te.

Dormirei. Dentro di te.
A dire il vero, abiterei. Dentro di te.

Ma in questo momento mi accontenterei anche solo di passare a darti la buona notte.
A modo mio.

Poi, scapperei a nascondermi.

Dentro di te.

In un angolino.
Dell'anima.

mercoledì 18 settembre 2013

Per te


Passeggerei.

Passeggerei a lungo.
Dentro di te.

Mi consumerei, dentro di te.

E non smetterei se all'improvviso ti sentissi urlare.
No. Non smetterei.
Continuerei ad infilzarti senza pietà alcuna.
Ti legherei per istanti indefiniti al piacere del mio corpo dentro al tuo.

Danzante, mi godrei lento il trascorrere dei sussulti,
Tra le tue gambe lo sciogliersi tiepido dell'anima.

Poi..... un bacio.
E qualche parola. Sussurrata all'orecchio, in un abbraccio:

'Per te, vorrei essere un regalo.'

martedì 17 settembre 2013

Se stai in silenzio...

Se urli tutti ti sentono,
se bisbigli ti sente solo chi ti sta vicino,
ma se stai in silenzio solo chi ti ama ti ascolta.

(Gandhi)

mercoledì 4 settembre 2013

Chiedo...


Sono duro.
La notte.

Ma stupisco forse più per la delicatezza dei tocchi, sul piano, all'alba.
Mentre chiedo di rimanere solo.

A godere
almeno della musica.

martedì 3 settembre 2013

Siamo...

Siamo padroni delle nostre azioni, ma non dei nostri sentimenti.
Abbiamo colpa per quello che facciamo, ma non abbiamo colpa per quello che sentiamo.
Possiamo promettere azioni, ma non possiamo promettere sentimenti…
Le azioni sono uccelli in gabbia, i sentimenti sono uccelli in volo.

(Mario Quintana)

lunedì 2 settembre 2013

My body...


My body is a cage that keeps me 
From dancing with the one I love

(Peter Gabriel)

mercoledì 21 agosto 2013

Notte

Notte.
Notte di vento e luna piena.
Notte di mare agitato.

Notte di luce.
Fredda e solitaria.
In attesa. Della calma.

Notte.
Come me. Questa notte.


[Buona notte.
A chi, questa notte, dormirà.
Sogni d'oro.
A chi, questa notte, sognerà.
Io mi accontento.
Del vento, della luna piena, del mare agitato, del freddo e della solitudine.

Di questa notte.

In attesa.
Della calma.]


lunedì 19 agosto 2013

Le carezze...


Le carezze di notte.
Il toccarsi di nascosto.
I “ti voglio” sfacciati.
E quelli pieni di imbarazzo.
Le lacrime di gioia.
I baci che finiscono in sesso.
I dettagli. 

(David Grossman)

giovedì 15 agosto 2013

sabato 10 agosto 2013

Io non lo so...


Io non lo so...non so spiegarlo.. 
Eppure è semplice:
ti voglio.

Ma ti voglio in un modo che io non riesco a vedere altro.
Come se si oscurasse qualsiasi altra cosa
e mi rimanesse accesa e concentrata tutta lì
solo un' immensa ed esplosiva voglia.

Si, un'immensa ed esplosiva voglia.
Di mangiarti.

[Potrebbe svanire il mondo. Non me ne accorgerei. Se solo potessi sfiorarti.]

venerdì 9 agosto 2013

Sogno...


La pace. Dentro.

[...questo non è un diario. Se lo fosse avrei già esaurito le pagine. Anche se infinite.]

giovedì 8 agosto 2013

Lui è in movimento


Lui è in movimento. Vive di impeti. Sono gli impeti che mi piacciono in Henry. Dopo un impeto, come dopo una raffica di vento, potrei restare seduta per un giorno intero e navigare lentamente sulla mia barchetta lungo il fiume giù per i sentimenti che lui ha versato con tanta prodigalità..

(Anais Nin)

martedì 6 agosto 2013

Blue jeans


[...Walked into the room you know you made my eyes burn...]

Voglio vedere...


Voglio vedere quanto sei bella,
sfinita,
mentre dormi all'ombra del mio sole.
Ti consumerei le linee del volto.

A piccoli baci.

E dolci carezze
delle mie dita
sulla tua pelle.

Cosparsa e impregnata.

Essiccata.

Profumata ovunque di noi
con una tale adorabile persistenza
che da lì a poco
non resisterei più
a farti sognare oltre.

sabato 3 agosto 2013

Ci sono...

Ci sono serate,
che adoro,
passate a vibrare
al ritmo dei pensieri
che volano.
Lontano.
E non si lasciano nemmeno scrivere.

Questa sera è una di quelle.


venerdì 2 agosto 2013

Ti devo...


Mi hai tolto la parola.
Ma.. l'unica cosa che farei adesso è urlare.

Si, urlare. Urlare.
A squarciagola.

Urlarti dentro.
E farti urlare,
strofinando le mie labbra sulle tue,
quelle più intime,
quelle riservate,
quelle che non mostri a nessuno.

Voglio passarci e ripassarci la lingua.
Baciarle.
Mordicchiarle.
Carezzarle.

Schiuderle.

Alla ricerca della perla preziosa.
Racchiusa.

Poi esplosa.
E inondata.

Poi sconvolta.

Intoccabile...

Ti devo legare.
Ora voglio invaderti.

A fondo.


[Le tue labbra, quelle riservate, io... voglio conoscerle. A fondo.]

mercoledì 31 luglio 2013

Semplicemente, ma...


Semplicemente,
ma follemente:
ti voglio invadere.
Di me.

Lo senti anche te?
Il desiderio,
folle...

Assaggiarti


Il desiderio di assaggiarti.

Di rubare sapore di te alla tua bocca
e ascoltarlo all'infinito nella mia.
 Come fosse musica,
Vibrazione incessante
Che mi porterei dentro.

A farmi compagnia.
Quando l'arsura del silenzio mi asciuga la bocca.

lunedì 29 luglio 2013

Dreaming. For real.


This thoughts' collection
 Is an easy way
To stay in your life.
Dreaming.

But... I'm complicated.

I want you here.
Now.
For real.

Non mi trovo più


Apriti.

Schiudi il tuo guscio prezioso
E guardami negli occhi.

Guardami e dimmelo!

Dimmelo che mi hai rubato
Per infilarmi tra i tuoi pensieri.

Dimmi che non sono pazzo.

Dimmelo, ti prego. 
Non mi trovo più.

Ovunque
Qui intorno,
Solo te.

[Vorrei tu fossi mia.]

Profumata e Musicale


Tu non mi vedi.
Eppure ti sto toccando.

Sto solcando la carne morbida e liscia del tuo sesso.
Il palmo della mia mano, le mie dita accese
Camminano sopra, sotto,
Dentro di te.

Magici fili del tuo piacere si formano sulla pelle selvatica delle mie dita.
Si tendono, si spezzano, si ricompongono ansimanti.

Tu non mi vedi.
Eppure sto tessendo una trama.
Fitta.
Profumata e Musicale.

Di piacere.
Esplosivo.

domenica 28 luglio 2013

E profumeranno le braci


E' come avere un braciere dentro che non mi fa quietare.

Spegnimelo.
Con il tuo succo.

Feeling good

...
Fish in the sea you know how I feel 
River running free you know how I feel 
Blossom on the tree you know how I feel
...


mercoledì 24 luglio 2013

Pensieri...


E' impressionante la naturalezza con la quale i miei pensieri osceni su di te
giungono in ogni istante alla mia mente,
scendono nello stomaco
e si arenano nel mio sesso. 

Pensieri vivi. Pulsanti. Turgidi. 
E umidi.
Di te. E dei tuoi pensieri osceni. Su di me.

Volati qui con un soffio di vento.
Incapace.
Di asciugarli.