mercoledì 18 ottobre 2017

Ti suono e godo.


Ci morirei,
suonando il tuo sesso.

Quel miscuglio di...
musica liquida e intimo profumo
mi da alla testa.

Ti suono e godo.

Godo nel sentire le mie dita spandersi nella tua carne.
Cercano con dedizione ogni tasto, ogni nota, ogni vibrazione
e la scalano, la galoppano, la fanno volare.

La fanno implorare.
Di venire.
Infilzata.
Di animale desiderio.

Si. Ora voglio con tutto me accomodarmi dentro tutta te.

1 commento:

  1. solo da mani esperte può uscire una splendida melodia...fatta di suoni e versi sapientemente miscelati..

    RispondiElimina